Georges Perec

biografia

Nato e vissuto a Parigi, figlio di ebrei polacchi, Georges Perec (1936-1982) fu sociologo di formazione, documentalista presso il Centre National de la Recherche Scientifique, poi saggista, enigmista, sceneggiatore, regista, personaggio imprevedibile e acuto analista della società contemporanea. Con il primo romanzo, Le cose (Einaudi, 2011) ottenne il Prix Renaudot nel 1965. Nel 1978 pubblicò La vita istruzioni per l’uso (Einaudi, 2015-2018), che gli valse il Prix Médicis. Con Italo Calvino, Raymond Queneau e altri scrittori, Perec diede vita all’Oulipo, l’Opificio di Letteratura Potenziale, dove venivano creati e sperimentati giochi narrativi, linguistici ed enigmistici.