eventi & notizie

Vetrine di libertà - La Libreria delle donne di Milano, ieri, oggi

in notizie nottetempo 29/03/2019

Quando la Libreria delle donne di Milano lasció via della Dogana per trasferirsi in via Pietro Calvi 29 una delle vetrine fu dedicata ad accogliere ed esporre opere d’arte. Da allora una trentina di artiste si sono avvicendate nella Quarta Vetrina. Dal 1 aprile al 6 giugno la mostra “Vetrine di libertà” racconta questa esperienza e ne dà creativa testimonianza alla Fabbrica del Vapore. Ingresso libero.

Ph. L’enigma e la sfinge, Maria Papadimitriou

*************************************************************************

COMUNICATO STAMPA

“L’arte non è universale perché supera la differenza tra uomini e donne, ma perché la rappresenta attraverso l’ineliminabile movimento tra chi crea e chi guarda”, scrive Francesca Pasini in catalogo. Le opere delle 30 artiste esposte dal 2015 in una delle vetrine della Libreria, nel programma “Quarta Vetrina”, insieme a quelle donate nel 1975, da un lato, restituiscono la storia che è parte integrante della mostra con una serie di incontri culturali e politici. Dall’altro, intrecciandosi con la pratica della Libreria, mostrano che la libertà delle donne è venuta al mondo. È in atto un cambio di civiltà di cui l’arte, a partire dalla preistoria, è figura reale, simbolica, metaforica.

Vandana Shiva, già ospite in Libreria durante Expo, torna appositamente per quest’occasione con una conferenza dedicata “all’ecofemminismo, una delle risposte chiave alla crisi ecologica e al caos climatico”. È presidente di Navdanya International - Onlus, che promuove un nuovo paradigma agricolo ed economico, una cultura del “cibo come salute”, in cui prevalgono la responsabilità ecologica e la giustizia economica.

Artiste:

Carla Accardi, Paola Anziché, Marina Ballo Charmet, Mirella Bentivoglio, Valentina Berardinone, Tomaso Binga, Enrica Borghi, Alessandra Caccia, Chiara Camoni, Nilde Carabba, Alice Cattaneo, Vittoria Chierici, Gabriella Ciancimino, Dadamaino, Marta Dell’Angelo, Amalia Del Ponte, Paola Di Bello, Elisabetta Di Maggio, Elena El Asmar, Bruna Esposito, Stefania Galegati, Goldschmied e Chiari, Sophie Ko, Christiane Löhr, Loredana Longo, Claudia Losi e Sabrina Mezzaqui, Paola Mattioli, Marzia Migliora, Concetta Modica, Maria Morganti, Margherita Morgantin, Ina Otzko, Maria Papadimitriou, Angela Passarello, Annie Ratti, Caterina Saban, Elisa Sighicelli, Eugenia Vanni, Grazia Varisco, Nanda Vigo, Tori Wrånes.

La Libreria delle donne di Milano è nata nel 1975 con il sostegno economico di Carla Accardi, Valentina Berardinone, Nilde Carabba, Dadamaino, Lucia Pescador, che hanno donato le loro opere. In mostra ci sono quelle di Accardi e Berardinone, prestate da collezionisti che le avevano acquistate allora.A libreria aperta, con Lea Vergine, è stata ideata una cartella di grafiche di Carla Accardi, Mirella Bentivoglio, Valentina Berardinone, Nilde Carabba, Tomaso Binga, Dadamaino, Amalia Del Ponte, Grazia Varisco, Nanda Vigo. La cartella accompagnata dai testi di Lea Vergine e delle artiste è presente in mostra e in catalogo. Ieri e oggi la politica, l’arte, la filosofia, la letteratura continuano ad essere al centro dell’attività della Libreria.

La mostra alla Fabbrica del Vapore è un momento della travolgente apparizione di donne artiste in tutto il mondo. Quest’apparizione ha fatto nascere un più forte desiderio di vedere e conoscere le artiste della fine degli anni ’60, le cui opere, soprattutto negli Usa, hanno preceduto e accompagnato in tutto il mondo la presa di parola delle donne, che chiamiamo femminismo. E contemporaneamente “fa vedere nell’opera un soggetto messo al mondo da donne o uomini e non più da un artista neutro” (Pasini). Alla Fabbrica del Vapore, un book shop, gemello di quello di via Pietro Calvi 29, offrirà una selezione di titoli di ieri e oggi della Libreria.
 

Riprese/Montaggio degli opening di “Quarta Vetrina”: Egle Prati, Cristina Rossi e Chiara Mori, con la collaborazione di Alessandra Quaglia
 

Ingresso libero
 

Programma degli incontri

Orario 18,30-21
 

Lunedì 08 aprile

Ricerca ed esperienza pubblica delle donne

Adriana Albini, scienziata

Chiara Bisconti, manager e assessora

Sandra Bonfiglioli, docente universitaria

Anna Catasta, politica e progettista europea

Chiara Zamboni, filosofa

Artiste: Enrica Borghi, Paola Di Bello, Claudia Losi, Eugenia Vanni
 

Lunedì 15 aprile 2019

Me too, analisi di una svolta epocale

Lia Cigarini, Libreria delle donne di Milano

Marisa Guarneri, Casa delle donne maltrattate di Milano

Luisa Muraro, Libreria delle donne di Milano

Artiste: Elisabetta Di Maggio, Loredana Longo, Stefania Galegati, Marina Ballo Charmet 
 

Giovedì 02 maggio 2019

Evento speciale con Vandana Shiva, presidente di Navdanya International - Onlus

 

Sabato/Domenica 18/19 maggio

Cambio di Civiltà. Arte, lavoro, politica delle donne (madri comprese)

La civiltà è in mano alle donne - Milano
 

Lunedì 27 maggio

SIRKLING, video-Performance di Tori Wrånes

Filippo Del Corno, assessore alla Cultura di Milano

Emanuela De Cecco, critica e docente

Manuela Gandini, critica e docente

Francesca Pasini, critica e curatrice

Uliana Zanetti, curatrice MAMbo

Artiste: Marta Dell’Angelo, Concetta Modica, Margherita Morgantin, Elena El Asmar
 

Lunedì 3 giugno 2019 Finissage

I linguaggi delle donne

Anna Scavuzzo, vicesindaca di Milano

Maria Attanasio, poeta, scrittrice

Donatella Di Pietrantonio, scrittrice

Nadia Fusini, critica letteraria

Rosaria Guacci, Mirella Maifreda, Libreria delle donne di Milano

Artiste: Bruna Esposito, Maria Morganti, Sabrina Mezzaqui, Annie Ratti
 

Visite guidate durante tutto il periodo della Mostra.